Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: volta

Ero distratto

Ero distratto, non avevo

il polso della situazione, quando

tutto, una volta di più, precipitò.

 

Non so nemmeno se fosse giorno o notte,

la questione dell’ora, infatti, aveva perso

di senso, in quel lago di sangue

 

che mi battezzò.

Annunci

A questo mio cugino

A questo mio cugino, qualche volta,

vengono pensieri positivi inattesi –

 

che poi sono solo illusioni mascherate

da proposte di lavoro irrefutabili –

 

tipo fare niente o inghiottire singhiozzi

o amare e basta – e tutto

 

sotto stretto controllo medico.

La vena

It’s time to say goodnight – sento

che dice, qualche volta, sempre

quella meno opportuna o gradita.

 

Tocca di seguire una certa vena

ma chissà se può servire, ultimo

dei problemi.

La prima volta

Oggi, 19 dicembre, è la prima volta che penso all’abituale poesia per la fine dell’anno. Il 31 dicembre, infatti, per me (chissà perché), è una delle poche occasioni che ancora reggono la spocchia poetica (contrariamente, cioè, p. es., alle stagioni e ai compleanni).

Commedia

Il silenzio ha preso la forma

del baccanale – quella forma

morbida ma improvvisa

nel dettaglio.

###

Sipario, esterno notte, scena d’angolo, due uomini di mezza età entrano, prima A, da sinistra, e poi B, da destra, hanno entrambi un appuntamento, per due minuti pazientano muti.

A: (guardando avanti) Arrivo sempre per primo.

B: (guardando avanti) Anch’io.

A: (guardando avanti) Io ci tengo alla puntualità.

B: (si gira e guarda incuriosito l’interlocutore sconosciuto) Anch’io.

A: (guardando avanti) Ma sono sempre l’unico.

B: (guardando l’interlocutore) No, se non le dispiace (A si gira verso di lui), questa volta ha compagnia (sorride).

Certe volte, da bibliotecario, tengo in mano…

…un libro che è un saggio (di sociologia, teologia, grafologia) e mi chiedo, pensando all’autore: Ma con che diritto?

Kìssene

Se di tanto in tanto mi domando:

Può interessare?,

il più delle volte mi rispondo:

Boh!,

oppure:

Kìssene!

Scazzo

Lo scazzo non era finito, solo, adesso, stavano in silenzio, entrambi con lo sguardo nel vuoto, pensierosi: lui che cercava disperatamente un motivo per non sentirsi vittima di lei, lei che friggeva per la rabbia di non essere riuscita, ancora una volta, a scalfire la durezza di lui.

Tutta una truffa

Tutta una truffa, tutto un surfing,

come nella vita quotidiana

dell’Occidente Mondiale Globale,

un classico e perfino scontato

passaggio all’asciutto, per limitatissime

estensioni di asciutto – questione,

alle volte, di un mignolo,

della punta del naso,

di un pelo pubico.

Bene così

Mica facile, effettivamente, riuscire a dire:

Bene così. Più semplice sembra aspettare,

ché non si sa mai – Non si sa mai?! Ma cosa?!

Di certo c’è solo una specie di incontinenza,

un versarsi e tradirsi – questo, ogni volta, è tutto.