Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: vento

Il soccorso del buio

Il soccorso del buio

è consistito nella sospensione

del work in progress, dettagli

riservati agli abbonati

che “cacciano”, limite

dell’estensione. La stagione

dice “inverno” ma oggi

c’era vento di primavera.

Annunci

Parlare

Si parla a destinatari diversi (il vento, il prossimo, sè stessi, l’amico, la testa, il cuore), in modi diversi (pianamente, sussurrando, senza tregua, declamando, sillogizzando), coi tempi giusti o sbagliati.

Orientalismo

Trentun dicembre,

il vento frange il ghiaccio –

è qui la festa?

Il cielo è bigio e senza vento

Il cielo è bigio e senza vento,

3 gatti su 5, almeno,

stanno dormendo (sono

le tredici e ventidue), solo

la radio muove l’aria

e io, in mezzo, incrocio

questa e quella

linea di fuga.

Saviano dà l’allarme

Saviano dà l’allarme, incita all’arruolamento anche gli youtuber. A Saviano tocca, come spesso ai generosi, di essere una “canna scossa dal vento” (=profeta), che turisti e curiosi corrono a vedere.

Il vento è solo effetto

Una verità per cinque parole.

La saccoccia

C’è la saccoccia, sta lì esposta

in un museo d’arte biodegradabile,

al centro di una sala ma non ai quattro venti, ovvero

nell’angolo di un grosso ferro a L piantato nel pavimento (h=1 m,

orientamento della bisettrice: nord-sud).

Oltre che vuota, è verde, con una scritta

bianca in stampatello maiuscolo

lunga circa 10 cm, che dice: SISTEMA PIZZA.

Ai pretendenti viene somministrato

un test-commozione che screma la domanda

già a bassissimi livelli di scicchezzina.

Frazioni di corpo

Frazioni di corpo, suddenly –

chiacchiere, cioè, buone solo

per studiosi di storia locale

e portinai.

Sezioni anche impeccabili,

chissà come nel vento

impercettibile a pelle –

il di più omesso o sotteso

(secondo un protocollo det-

tagliatissimo) è una causa persa

rivista l’ultima volta un mattino

nei flutti di un giorno festivo.

V.

V. è una via in fondo a una Valle

che punta a nord (quando manca

ancora parecchio, però, al confine).

 

V. è una specie

di gatto che spinge il muso

nei fianchi dei maggiorenti.

 

V. è un’arteria

e chi ci sta, forse, è poca roba e apprezza

la sberla del vento.

Poesia western

Finirò sepolto sotto un mucchio

di sabbia traslata dal vento,

ma non m’importa, sarà come

non aver sentito, sia le voci

intorno al focolare, che i nervosismi

notturni fuoriporta.