Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: tempo

C’è posta #28

Car* car* car* amic*,

quanto vorrei che fossi qui a sopire, con la tua voce, la mia paura! Purtroppo, devo invece accontentarmi di ubriacarmi… Trova, ti prego, trova un po’ di tempo (poco, pochissimo) anche per me! Ma fai presto. I dettagli al vis-à-vis, la sostanza già la sai: faccio sempre più fatica, una fatica immane ormai, a fidarmi – perfino del qualsivoglia punto d’appoggio fisico.

Annunci

Qualcosa dev’essere finita

Qualcosa dev’essere finita

molto tempo fa,

non so cosa.

 

Continuo a fare attenzione

a quello che dimentico,

lo segno, lo posto,

lo accendo, lo cago –

lo spengo? Mah.

 

Fa niente, fa niente, fa niente.

Tutte le storie

Tutte le storie, volendole

paragonare a individui

qualsivoglia, nascono

con un nodo scorsoio,

che il passare del tempo,

piano piano, stringe.

Non ho tempo né pazienza,

la pazienza non mi tocca

e il tempo è poca cosa.

Il mio tempo

Il mio tempo, qui e ora,

è segnato dalla linea d’ombra

che ha scalato il tavolo

e avanza e mi schiaccia – me

col pc -, senza

riguardi, contro il muro.

Torello

Torello, adesso, ci sta comodo nei panni dell’autorità. È stata un’ascesa avventurosa ma io, giuro, capii subito che lui e Naso, al tempo della Chioccia, erano i migliori. Torello, dicevo, adesso si trova bene nei panni dell’autorità – quello che ancora gli manca è solo sedere composto.

Non si può più parlare chiaro

Non si può più parlare chiaro

da molto tempo, qualunque

cosa voglia dire “molto”; chi ancora

osa provarci riesce al massimo

affettato, kitsch, lowbrow.

Mini romanzo. Diario di un giovane vecchio. Volume 3 #171

Il mio tempo è oro – questo credo e questa credenza, se da un lato postilla la mia fresca consapevolezza, dall’altro, dimostra la mia pazzia. Sono pazzo anche se so di esserlo, perché non riesco a non fare ossessivamente i miei calcoli, a non riflettere con troppo anticipo sui piani B e C, a non morire di paura per le cose che mi cadono dal cielo.

A me

A me sarebbe piaciuto vedere Karl Kraus, al tempo d’oggi, dei social.

La temperatura

La temperatura si è abbassata bruscamente,

fa quasi freddo ma è maggio…

 

No, continuiamo a parlare del tempo, anche

un piccolo rinvio del punto è ossigeno…

 

Penserei che è il momento sbagliato, sarebbe

banale ma affievolirebbe,

 

almeno un po’, lo spirito d’impresa…