Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: tecnica

Impariamo

Impariamo, certo – ma qui l’opinione si divide, perché, insieme a chi dice che migliora, c’è pur anche chi osa affermare il contrario. Se però dovessimo giudicare noi la nostra esperienza, scommetto che sarebbero in pochi a bocciarla senza rimedio. Socrate, invece, sospetta delle tecniche, perciò non riesce a trattenersi dal “torturare” il fanatico di turno.

Annunci

Crepuscolo

Verso la fine di Crepuscolo, c’è una scena di violenza che mi ha fermato il cuore per un secondo: come vittime, naturalmente, bambini, come carnefice, un adulto sconfitto e rabbioso e, come tecnica di sevizia, la fustigazione (cintura).

La gestione delle differenze

La gestione delle differenze, del loro

innocente proliferare,

è un’occupazione tecnica.

Che dice l’articolo?

Che la partita, a oggi, è persa

e che un sogno è finito – ma soprattutto

che nell’inferno delle responsabilità

brilla il Neoliberismo –

 

Ma dico! E la parenesi tecnica?!

Lo scrittore sente spesso

Lo scrittore sente spesso

il bisogno di versare

i visceri sulla pagina.

Il problema, dal punto di vista

della qualità e dell’efficacia

del prodotto è un compromesso

(arduo da azzeccare) fra potenza

e tecnica. Se prevale la prima,

è un flop; se invece

la seconda, un disastro.

Sì, un dio è rimasto

Sì, un dio è rimasto,

insopprimibile: il Limite.

 

Gli sport in voga sono il salto

e l’infrazione, appunto, del limite.

 

Detto in modo universalmente

comprensibile: alla Tecnica

 

sta sul cazzo. Ecco come preferisco

non guardare quello che vedo.

 

Il limite alla spremitura è congiunturale

Il limite alla spremitura è congiunturale,

dice la Tecnica, e aggiunge,

facendo l’occhiolino: Lascia fare.

 

Il libero arbitrio implica, sur-

rettiziamente, che il problema sia

fronteggiare alcunché.

 

Tutto è (senza se, né ma, né qualsivoglia

altro complemento) – e questo è tutto.

Che fronteggi allora?

Nichilismo, bombe, app e ops

Quello che il nichilismo fa a pezzi, essenzialmente, non è il corpo, non è l’architettura, non è l’istituzione – anche, sicuro, ma non essenzialmente, e infatti questi casi sono solo un’approssimazione sempre insoddisfacente all’essenza. Il nichilismo non fa a pezzi neanche la verità perché la verità è in pezzi già da almeno due secoli. La questione all’ordine del giorno, ovvero quello che il nichilismo oggi giudica prioritario fare a pezzi, è il limite.
Allo scopo, niente come la Tecnica, che i limiti non li soffre proprio.

Il cappello

Non credo nella natura religiosa della contrapposizione fra Occidente capitalistico e fascio-islamismo. L’islamismo, semplicemente, vuole mettere il cappello sulle sofferenze dell’umanità svantaggiata e oppressa. D’altro canto, il modo che L’Occidente ha usato e usa normalmente, per risolvere queste crisi dovute all’esclusione dalla Festa, è il denaro, il finanziamento, l’investimento, un modo che ha funzionato e funziona spesso ma non sempre. Il limite è il principio del profitto: per prevalere, il sistema deve cedere potere alla Tecnica ma insieme, così, arretrare, appunto, sul principio. La Tecnica è il simbolo eccelso del rimedio. Lei se ne frega del profitto e della penuria, Lei produce scopi e scopi a mezzo di scopi.

Intifada dei coltelli

Presumo di sapere che enormità sto per dire.
In breve, per quello che capisco, succede che lì, in quel ritaglio di mondo, location di una question più che bimillenaria, la violenza decide di fare a meno della Tecnica e di tornare alla forma primigenia dell’agguato personale semplice, quasi animale.
C’è in questo (ecco l’enormità) una tragica, orribile, disperante, nobile sostenibilità
L’ho detto – E allora, in poche parole, dico anche tutto il resto, e cioè che il Medioriente è la fogna storico-culturale dell’Occidente (Rudolf Steiner avrebbe affermato che Gerusalemme è l’unico punto in cui l’aura del pianeta è di color oro).

IS

Un po’ per la mia vocazione all’azzardo, un po’ per la mia devozione a Severino, mi sento di prevedere l’inevitabile sconfitta dell’IS. La ragione è che l’Occidente è storicamente e culturalmente meglio preparato a usare il mezzo più potente per vincere, cioè la Tecnica, perché essendo, rispetto al fascio-islamismo, sostanzialmente senza valori, è più incline a cedere potere a quest’ultima, che, appunto, coi valori si pulisce.