Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: stile

Non so che cosa fare

Non so che cosa fare, il pensiero non mi attrae.

Salvo la sequenza delle mosse, uno stile da marionetta,

che comunque, alla fine, un segno lo lascia

(il graffio sull’asse, il sipario squarciato, la cicatrice

sullo zigomo dell’attore giovane). Rinunciare a sapere,

 

finalmente, per amore di conoscenza e facendo i salti

di gioia? – Il punto è fermo e chiude i giochi, foto-

genicamente bilicante, nessuna risposta assicurata,

manco la negativa, giustizia e ingiustizia predicate

dalla pochezza del quadro generale.

Mini romanzo. Stile #125

Anche se me lo merito, preferisco chiamarlo “culo”.

Facile

Raduni un montarozzo di cose,

gli dai fuoco, filmi il rogo,

proietti il video in loop, per due giorni,

che si veda o non si veda, sulla facciata

liscia di una chiesa romanica,

nell’Appennino più segreto, e intitoli: Stile.

Ci sono volte in cui va tutto

Ci sono volte in cui va tutto

a rovescio, i paletti

divelti, le istruzioni

solarizzate, i commenti

marciti, la strada

verso casa allungata…

Un rigurgito di passione

complica, in effetti,

le cose, benché

con lo stile

e lo charme appropriati.

Non basta intenerirsi per cantare

Non basta intenerirsi per cantare, è noto, occorrono

anche la voce, le altezze, i timbri, lo stile, le smorfie.

Ci si può guardare intorno per diverse ragioni –

affetti, agonismo, poesia – oltre che per quella

essenziale. Chiunque, cioè, a modo suo, si guarda intorno.

 

“Ogni essere umano aspira naturalmente a cantare” – così

voleva dire, prima di decidersi avventatamente per “conoscere”.

Malcolm Lowry, più di 2000 anni dopo, l’ha corretto, in una lunga

lettera all’editore di Under the Volcano, per persuadere

lateralmente quest’ultimo, che i tagli proposti sarebbero un errore.

 

Ci fu un tempo, oggi regredito alla dimensione microscopica

dei tessuti ossei e della composizione sanguigna,

in cui l’uomo, sceso dal suo albero, andò

in avanscoperta. Un giorno, poi, non tornò e si levò

gli alberi dalla testa.

Voce e Persona

La scelta è fra avere a che fare con

una voce

o una persona.

La voce, per dire, fa a meno addirittura

delle corde vocali, tanto il timbro

si attacca allo stile.

Mini romanzo. Stile soprattutto #78

Sale le quattro rampe di scale gradino per gradino, a ritmo sostenuto, ripetendo fra sé: Stile soprattutto… stile soprattutto…

Lo stile è odoroso

Lo stile è odoroso –

prima della mente,

ci arriva il naso.