Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: senso

Le piante crescono in silenzio

All’orecchio umano,

le piante crescono in silenzio, no? –

 

Non c’è orecchio umano, cioè,

capace di produrre

un sensato time-lapse sonoro

di scricchiolii, strappi e tonfi.

Annunci

Anche la musica, toh

Anche la musica, toh, sembra concordare

e avere quel senso che adesso mi sfugge –

al di là, cioè, delle mie eventuali intenzioni.

Qualcosa di mediterraneo, forse di latino,

invia segnali – prima ancora che alle orecchie,

alle narici. Uno stato di preallarme, direi,

mancando una vera e propria

attualità della morte. E infatti, se guardo

fuori, cosa vedo? Il cielo azzurro tipico

del pre-crepuscolo, una doratura più spinta

delle foglie e dell’erba,

un’ombra senza, in apparenza, l’ambizione

dell’incubo. “Puoi insomma fare finta di niente, se vuoi”, dice,

in breve, la mia situazione.

Ero distratto

Ero distratto, non avevo

il polso della situazione, quando

tutto, una volta di più, precipitò.

 

Non so nemmeno se fosse giorno o notte,

la questione dell’ora, infatti, aveva perso

di senso, in quel lago di sangue

 

che mi battezzò.

My fb-style opinion

La mia opinione fb-style, data la libertà d’opinione fb-style, è la seguente: chi vota S. è un pirla (più e meglio di chi vota, in senso lato, Grillo, per dire).

Doppio senso

Siamo, per parlare chiaro, attaccati

al nostro corpo e alla nostra persona

nel doppio senso dell’inclinazione

sentimentale e della costrizione fisica.

Fraseologia: senso

La proprietà privata non ha senso che alla scala dell’essere umano.

Al buio

Al buio, rinunciando

agli occhi e ri-

distribuendo la percezione

su sensi

meno costipati.

L’impennata

La nascita del fascismo e del nazismo si è manifestata psicologicamente negl’individui come un’impennata dell’aggressività, nel senso che all’improvviso sembrò legittimo, benché in regime democratico, alzare le mani sul “nemico” e sul tiepido. Oggi si potrebbero definire quelle dinamiche un cattivo impiego d’energia.

Il sovrano e il popolo

Per Hobbes, la legge suprema del sovrano (posto che il sovrano è superiore alla legge civile e soggetto solo a quella di natura, unico fra i soggetti) è, in senso lato, la “salute del popolo” – non, si capisce, per buonismo ma perché, se no, il popolo, stimando messa a repentaglio la fondamentale legge di natura dell’autoconservazione, potrebbe anche sbracare e far piazzate, ovvero resistergli.

Bocconi #3

La sincerità ha un senso, un valore, quando deflora. Sono parecchie le cose mie che mi mancano, ne dico una: il  mio Mar Rosso.