Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: realtà

Bocconi #6

Anche quando, come adesso, sembra che io scriva in prosa, in realtà sto sempre (o almeno mi credo di stare sempre) addosso alla Maledetta.

Annunci

C’è posta #23

Car*,

mi sembra d’impazzire, di vivere in una realtà diversa da quella di tutti – metti la nascita del nuovo governo! Eppure, basta cercare (ci vogliono 10 secondi) la somma delle due compagini parlamentari – no, dai, è uno scherzo…

Viene di pensare perfino

Viene di pensare perfino

a una realtà a sorpresa,

 

da scoprire e inseguire.

Quello che si può dire

 

è solo un inter-dire.

Personaggio

Mi guardo intorno – sì, come, prima o dopo,

un qualunque personaggio di romanzo – e non vedo temi.

È finita, non posso più continuare a credere

di fare a fette il mondo (chiamarla polverizzazione, poi,

o liquefazione, è disperatamente insufficiente).

È bello, però, no?, che nelle mie parole non ci sia

più neanche un grammo di realtà.

Soggetto

Un mondo che sembra il nostro, spazio-

temporale – in realtà, un mondo

finito, compiuto, un insieme

in cui gli elementi nuotano come pesci

e scambiano questa facoltà per vita che passa.

Il tavolo

Osservando il tavolo,

con le puntate, i ritagli, gli oggetti,

le carezze, i filtri, le affinità, etc. –

si rilevano linee di forza che però

non danno assicurazione di realtà.

E non c’è modo di evadere

dal flusso onirico, l’idea

stessa è un suo capolavoro.

Una o uno pensa che sia tutto

apprestato, apprestato

peri primi calcoli

tornano, l’occhiata in tralice conferma,

anche una svelta verifica tranquillizza.

E invece è sempre, no-

iosamente, (per) altro.

Little (fake?) new

La realtà tende

agguati micidiali

riconvertibili.

Quando ci si mette a scrivere

Quando ci si mette a scrivere, in un certo momento, in un certo posto e in certo modo, si decide anche una partizione dell’esperienza – si chiude, cioè, fra parentesi, la realtà concreta e si dà spazio solo, per un po’, a quella simbolica.

Non è necessario che succeda

Non è necessario che succeda,

la realtà non importa più – è

l’informazione qualsivoglia, fake

or not fake, che parla.

Il preventivo

Questa sera il preventivo

è falso – dalla realtà, c’è tanto così.

Senza offesa, le spiegazioni

sono inutili, è tutto molto chiaro.

 

Si vocifera parecchio

di una diga, ma in almeno

n decenni, nessuno ne ha mai

lamentato gli effetti.