Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: punto

Vorrei scrivere come se non sapessi

Vorrei scrivere come se non sapessi

più scrivere, come

se non mi restasse

che cercare nelle tasche vuote, im-

possibilitato – questo il punto – a dire

qualcosa di compiuto.

(“Compiuto”? Sarebbe…?)

Annunci

Le tracce sono importanti

Le tracce sono importanti,

un’idolatria, sotto

i piedi, un prato

di margherite –

Cos’è un punto? Anche lui, niente.

Un principio irrinunciabile

Un principio irrinunciabile,

una cazzo di cosa,

come fare il punto su una nave

o tenere e magari avanzare –

che anche il verso, malgrado

la mono-medialità…?

A questo punto

A questo punto dovrei dire che è una semplice fase di spreco rituale? Forse dispiacerebbe ammetterlo all’ultracorpo, non certo al teppista.

Medaglia

Non importa cos’ero, dov’ero,

cosa facevo.

 

Adesso appoggia la schiena, adesso

la sua reticenza è indifferente.

 

Quello che importa è certo questo 0,1

MA INSIEME a quel 99,9%.

 

Nel punto del suo splendore

dice misteriose

banalità, facendosi anche

sentire bene – ri-

petendosi, se gli va.

Nessun allarmismo

Nessun allarmismo, potrebbe

trattarsi di un normale crash-test,

utile, cioè, a rivelare

gli attuali punti deboli

del sistema, cui poi

altri, meglio preparati

e selezionati, rimedieranno.

Contatti

Il punto sono i contatti,

interessa?, non interessa?,

interesserà?, chissà? –

 

Un problema, se posso, di trama,

ma tu chiamala pure, se vuoi, rete.

Serve forse, insomma, quello

 

che dà di matto alla cerimonia

e non tiene

conserte le braccia?

 

Smentire

A questo punto dell’evoluzione del tracciamento e del profilamento, mi aspetto solo la start-up che si proponga, non la conferma, ma la smentita della preferenza.

Mi provo a non eludere qualche domanda

Mi provo a non eludere qualche domanda –

al punto, proprio, da ignorare

quell’unico stimolo.

Faccio il punto

Faccio il punto

per esser pronto,

cioè potente,

oppure per

stare peso,

cioè piantato.