Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: persona

Doppio senso

Siamo, per parlare chiaro, attaccati

al nostro corpo e alla nostra persona

nel doppio senso dell’inclinazione

sentimentale e della costrizione fisica.

Annunci

Idea per un format (gratis)

Una competizione consistente nell’improvvisazione di una conversazione qualsivoglia da parte di due o tre persone. Un pubblico giudica e può perfino interrompere la conversazione; tre o quattro conversazioni per puntata.

FB

Continua a sembrarmi uno scandalo che il Governo, nelle persone dei suoi Ministri, affidi la comunicazione governativa a fb. Mi piacerebbe proprio, insomma, che un ministro difendesse e rivendicasse, sinceramente, il supporto essenziale, alla sua tattica, di Zuckerberg.

La differenza

Forse, il frutto più maturo della globalizzazione, paradossalmente, è proprio la differenza antropologica, la differenza, cioè, fatta persona (…finché la differenza è solo una merce, infatti, qual è il problema?, dalla patata al goji, almeno…)

Mini romanzo. Scienza della comunicazione #160

Avendo difficoltà anche imbarazzanti di comunicazione con una persona, è evidente che non si può sperare di affrontare la question andando dalla persona solo per dirle: Amico!

Linea

Recuperare le facoltà percettive ridotte

ai margini della persona, cavarne qualcosa, tanto

tutto fa brodo, interpretare

messaggi che all’apparenza sono solo

convulsioni di cornacchie o rebus iper-minimalisti –

Il ciglio

Il ciglio (non quello

dell’occhio ma del sentiero

o della strada) che si fa largo

fra i diti (piede) è una specie

di avanguardia

della Terra in persona.

Segreta deriva

Quando il lettore incontra un’opera e un autore in cui si riconosce e insieme si trasfigura, qualche volta sperimenta una deriva, non propriamente critica e difficilmente esprimibile per dovere di modestia, in cui comincia a confrontare l’autore con la propria persona. Nel caso, oltre al semplice rispecchiamento narcisistico, c’è, mi sembra, anche una seria valenza conoscitiva – tipo che l’arco o il dettaglio biografico dell’autore funzionano come cartina di tornasole dell’arco o del dettaglio biografico del lettore.

Anche pensieri

Se mi ricordo di persone, luoghi, cose, posso ricordarmi anche di pensieri.

Io mi ricordo di questo mio, pensato suppergiù a dodici anni: l’antefatto riguarda il basket giocato in parrocchia, dove appunto c’era un grande che m’impressionava tantissimo: playmaker, veloce e soprattutto dal tiro micidiale e tesissimo, praticamente senza parabola, cioè orizzontale. Ecco, io pensavo, con una sotterranea vertigine teoretica ma anche una finale interrogazione:

Quando avrò la sua età, se è l’età che conta, sarò bravo uguale, no?

La sua faccia mi ricordava, molto più asciuttamente, un mio prozio paterno, figlio, come mio padre, di contadini della bassa bresciana occidentale, ma anche collezionista d’arte contemporanea (immagino scelta malissimo).

Questo mi domando

Questo mi domando, quanto il mondo

sia orrendo e quanto sublime. E visto

che sono così allacciato a me stesso,

al mio corpo, alla mia persona,

alla mia biografia, rinuncio

all’oggettività – che comunque

il filosofo avvertito ritiene

non a portata

ma – qui sta il busillis –

desiderabile. Sì: desiderabile.

Da puntare, cioè, come

un vivente a riproduzione sessuata.