Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: parola

Concisione

Mi sembra un ingrediente stilistico fondamentale per l’efficacia espressiva. Una parola in più, cioè, può causare un disastro. Il di più, infatti, è una specie di attrito che, del dono, fa un dono a rate.

Annunci

C’è posta #15

Car*,

le mie ultime parole per te – non temere, non mi suicido – oh. di certo non mi suicido!… Be’, non m’interessa dosare la sorpresa, la notizia è: vado a vivere in una yurta nella periferia di Ulan Bator.

Riavrai al più presto tutti i regali che intendevo farti*.

 

 

*Questa è di Charles M. Schulz, per bocca di Charlie Brown.

La segreta speranza della sera

La segreta speranza della sera

è dire quella parola conclusiva…

che incanta il mondo e, dopo

qualche secondo, senza neanche

lasciare tempo agli intelligenti

di capire, lo polverizza…

Le parole sono in più

Le parole sono in più,

un conto è temere

gli esseri umani, un altro,

il sistema.

Le ultime parole scritte

Le ultime parole scritte

sono censurate. Quello

che precede di poco batte

le ali, in procinto di schiantarsi

su un bernoccolo affiorante.

Più che la sequenza

Più che la sequenza,

il mucchio

di parole, una sopra

l’altra, come

rifiuti o polvere.

Su certe questioni

Su certe questioni, dopo

che qualcuno ha detto

la parola definitiva,

cioè inchiodata alla siccità

espressiva, bisogna, per un po’,

non tornare più.

Ci sono i “documenti”

Ci sono i “documenti”, infatti,

a provare il qualsivoglia caso,

dal trattato, all’impresa, al fattaccio –

 

Non ci sarebbe modo, in altre

parole, per smarrire olisticamente

l’informazione probante?

Ti farà male

Ti farà male

perfino quello che non respiri.

Non c’è modo,

credo, per escludere connivenze.

Nelle parole, se vuoi,

puoi pure naufragarci, lasciando

che s’incarnino

in sintomi o deliri.

Consolazioni

A tutti quelli che si esprimono (dal poeta-blogger che tronca le parole per rispettare la cadenza, al professore universitario eminente con oltre 500 pubblicazioni in curriculum) tocca il rischio di sparare cazzate.