Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: ora

Ero distratto

Ero distratto, non avevo

il polso della situazione, quando

tutto, una volta di più, precipitò.

 

Non so nemmeno se fosse giorno o notte,

la questione dell’ora, infatti, aveva perso

di senso, in quel lago di sangue

 

che mi battezzò.

Annunci

Raffreddore

Ho preso (non ricordo,

adesso, l’ora e il minuto

esatti dell’infezione)

il Raffreddore,

il Quale, naturalmente,

da che è “spuntato”

(or sono tre giorni),

“fiorisce” – fanculo…

Smetti!, mi viene

voglia di gridare, Smetti

almeno Tu, di fiorire!

A quest’ora abbasso il volume e aguzzo l’udito

A quest’ora abbasso il volume e aguzzo l’udito,

il tempo ha riservato le stanze.

Appunto drammaturgico

Dati n personaggi sulla stessa scena, escludere che interagiscano. Durata 3 ore.

Blade Runner

Avrei preferito che l’androide morente, invece delle ultime, celeberrime battute, dicesse solo:

“È ora di andare a dormire” (e russa).

Valore di scambio #1

Basta tergiversare, è l’ora di farci i conti.

Alla Montale

Ci siamo dimenticati tutti e due

gli smartphone sul tavolino,

si nascondevano ordinatamente

dietro le due bottiglie di Mosnel

vuote, e noi ci siamo cascati.

Un’ora dopo, dal taxi che ci portava

a Marghera, abbiamo chiamato

col telefono del taxista

e il taxista, ben contento,

ha fatto subito dietro-front.

Mini romanzo. Stufo marcio #178

Sono stufo, insomma, di raccontare sempre come è finita, stufo marcio! Mi dispiace, ora basta, l’ultimo testimone dell’evento, cioè io, si rifiuta di testimoniare ancora – eddài! tutto è contenuto nelle 300 e passa ore della video-intervista commissionata dalla Public Library di New York e nei 7 volumi da quella tratti e pubblicati da Ferlinghetti e oggi esposti al MOMA!

A turno

A turno, i soggetti non vedono l’ora

di dare l’allarme, scorgendo qualcosa

cadere a pezzi. Eppure, non si lamentano

di compiere gli anni, di invecchiare

dolcemente, di curare l’orto o il gatto.

Se il rumore del traffico

Se il rumore del traffico

è sovrastato dal canto (?)

delle cicale, tutto il resto

corrisponde: i croceristi

che prendono il sole

in mezzo al mare, le ortensie

vecchio stile che esibiscono

la loro dualità, i gatti assenti

nell’ora del dileggio.

Per quanto ristretto

l’intorno di riferimento,

è inestirpabile la radice.