Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: mano

Certe volte, da bibliotecario, tengo in mano…

…un libro che è un saggio (di sociologia, teologia, grafologia) e mi chiedo, pensando all’autore: Ma con che diritto?

Annunci

Mani grandi

Mani grandi

hanno rabbuiato

e ingabbiato e inibito

il soggetto. Chi sia curioso

di sapere come finisce

si metta pure il cuore in pace.

Mi tocca insomma di fare la nonna

Mi tocca insomma di fare la nonna

ingenua, ma va bene – Come!, allora dico,

Non era l’arte del compromesso?

Del venirsi incontro?

Del salutare e stringere la mano

e annuire il minimo?

L’impennata

La nascita del fascismo e del nazismo si è manifestata psicologicamente negl’individui come un’impennata dell’aggressività, nel senso che all’improvviso sembrò legittimo, benché in regime democratico, alzare le mani sul “nemico” e sul tiepido. Oggi si potrebbero definire quelle dinamiche un cattivo impiego d’energia.

Portamento&Politica

Un grosso problema del portamento sono le mani, quelle due cose, cioè, che davanti al giornalista non sai dove mettere. Il Ministro dell’Interno se la cava con l’I-phone (I suppose), mentre Quello del Lavoro e dello Sviluppo Economico si aggiusta la giacca o cerca le tasche dei pantaloni.

Portamento del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico

Il dettaglio eminente riguarda la camminata e sono i palmi delle mani rivolti all’indietro. Anche Di Maio, però, come il collega dell’Interno, abbassa la fronte e incurva le spalle.

Dance

No cazzate:

 

mani in alto,

bacino a destra,

mani in basso,

bacino a sinistra;

mani in alto,

petto avanti,

mani in basso,

petto indietro –

Ritratto di Volàno

(Anche questa è una cosa che penso di ampliare.)

 

Quando è coccolato, sbava copiosamente,

senza bollicine (puoi vedere

una goccia trasparente affacciarsi

dal labbro inferiore

e cadere sul divano o sulla mano) (oppure

puoi asciugargli il pizzetto)

 

Volàno miagola molto, il suo miagolio, però,

fa pensare a un lamento –

anche quando dice semplicemente “Ciao”, cioè,

sembra che dica invece: ” Ohimè! Ohimè! “

Qui in Italia

Qui in Italia, in estate

si va al mare.

Parliamo invece di buio,

di quando, cioè, vedere

non serve – serve di più

mettere le mani avanti –

Parliamo pure di educazione,

di unghie dei piedi,

di mutande, di acqua

e di ricariche.

 

Chi ha acceso un mutuo a tasso

Chi ha acceso un mutuo a tasso

variabile, certo, ci resterà male.

E poi, insomma, dai,

succede di prenderlo nel culo!

Che vuoi, sarà il casting,

se non la sceneggiatura

o, addirittura, la produzione e la regia!

In ogni modo, chi si sporca le mani

è chi vota, a lui, cioè, conducono

tutte le tracce – e, non votare, ATTENZIONE,

è qualcosa di molto diverso

da una vigliaccheria, è

essenziale renitenza a fare

sistema, in un sistema di merda.