Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: idea

Oh, ci si potesse

Oh, ci si potesse

ogni volta spiegare bene,

con grande soddisfazione

per la performance –

non basterebbe, però, una

 

chiarezza di idee

del mittente, imprescindibile

è anche un’attenzione

del destinatario

della spiegazione.

Annunci

Avrei

Avrei, sul tema dell’idea

perduta, qualche carta in regola

per cantare di una Ricerca –

Idea: blog con allegato troll

Incipit di un’idea di romanzo, lungo almeno quanto la “Recherche”, che si potrebbe intitolare “La seduta”

Lo lascio dire:

– Non ho progetti e neanche ne faccio, non sono capace. Finito lo sgobbo, torno a casa, mi calo in poltrona, bevo birra e aspetto che una certa sequenza di parole mi incanti. Se ho fortuna, registro la sequenza su carta o su un file e poi ci giro intorno. Tutto qua il mio “scrivere”.

Ammutolisce per un tempo che mi sembra lunghissimo ma io, duro, non fiato. E finalmente aggiunge:

– Se mi penso “scrittore”, mi vengono in mente termini come “setaccio” e “scolapasta”… già “crogiuolo” per me è troppo.

Svelto ritratto dell’Odiatore

Un povero Cristo, come tanti, come tutti, ma avvelenato dal risentimento; proclama con orgoglio d’essere “normale”, ovvero di non potersi permettere pensieri sublimi e caritatevoli; il sentimento è qualcosa che non riconosce, di fronte al quale non ha più parole, che rifiuta; coerentemente con la sua idea di normalità, si definisce “semplice” e “pragmatico”, che tradotto significa “bruto” e “cinico”; di solito è xenofobo, razzista, fascista.

Vita nuda

La vittima inchiodata a terra vorrebbe chiudere gli occhi, davanti allo shaker con cui il carnefice minaccia di fracassargli la faccia – ma non ce la fa, il terrore è troppo. Morirà, se così è scritto, senza perdersi niente dello show.

Prova a fingere, quando teme che quello sovverta i suoi calcoli. Giusto allora chiude gli occhi e sogna che nessuno lo veda, mentre riavvolge le spire e stringe con la massima dolcezza, perché il sonno non soffra le sue mire.

Canta tutto il giorno la stessa vecchia canzone di quando era giovane e assicurava di non nutrire serie intenzioni. Neanche un temporale avrebbe potuto fargli cambiare idea – solo, finiva e ricominciava, esasperato di sè.

I discorsi lasciati in sospeso

I discorsi lasciati in sospeso

sono tanti. I discorsi

sono tutti discorsi

lasciati in sospeso –

 

una specie, volendo,

di stipetto delle idee in cantiere,

con le idee che sono tutte

idee in cantiere, e sono tante.

 

Meglio insomma ricordarsene

così, come di una semplice,

intellegibilissima e onni-

valente regola.

Impressione

IMG_20181208_140140

A me, sembra un’idea per Monet.

Pronto con la penna in mano incombente

Pronto con la penna in mano incombente ma senza idee. Pronto all’idea, forse, come un predatore alla preda. Ogni volta l’entusiasmo, purtroppo, alla vista della punta della biro a 1 mm dal foglio. Qualcosa, in quel frangente, si potrebbe mitizzare con successo… (garantisco, garantisco…).

Idea per un format (gratis)

Una competizione consistente nell’improvvisazione di una conversazione qualsivoglia da parte di due o tre persone. Un pubblico giudica e può perfino interrompere la conversazione; tre o quattro conversazioni per puntata.