Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: giorno

C’è posta #14

Car*,

mai come in questi giorni di stallo ho sofferto tanto indecentemente l’appeal neoclassicista. Mi sembra, ma so che adesso deliro, di capire alla perfezione Stravinskij, per esempio, in questi giorni maledetti.

Annunci

Cartolina occidentale

Mancano pochi giorni al 25 ma non fa freddo, in più è domenica e mezzodì. Il braccio meccanico di un autocarro cala una bandiera grande tre metri per quattro. Ci sono almeno due raduni, uno di babbinatale e uno di ciclisti, tutti col loro bravo numero sulla schiena o sul petto. Un bambino in monopattino, di 5-6 anni, sfreccia (non per modo di dire, il verbo, cioè, è congruente col fenomeno) nella piazza. Parecchi cani al guinzaglio (lupi, labrador, cocker, bassotti e bastardi) portano a passeggio i rispettivi padroni. I tavolini si riempiono, arrivano giovani famiglie e gruppi di amici.

Mi cadrà sulla lingua

Mi cadrà sulla lingua

un dente posticcio, un giorno,

e sarà come la fine,

quando si è contenti, cioè,

solo di morire.

Atto unico, in una breve battuta e una bellissima canzone

(Buio. Illuminazione zenitale di un attore nudo al centro del palcoscenico, a 6-7 metri dal proscenio.)

Personaggio: Non so davvero cosa dire, sono giorni in cui mi sembra quasi di rimpiangere il mio dolore, è una specie di dubbiosa benaccia, credo…

(Buio. Musica: My House, di Lou Reed.)

Per svincoli usuali e micidiali

Transito per svincoli

usuali e micidiali.

 

Un armistizio non dichiarato, uno stato

di fatto, forse, passato

inosservato quanto basta

per diventare

questo bubbone ignominioso

non più occultabile.

La sua funzione è la sorpresa

che procura ai giusti.

 

Breve ricognizione, dopo qualche

giorno di riposo (forse) – tutto

come prima, come qualche

minuto o ora fa, le cose

serie rinviate

(finché alla fine, pun-

tualmente, cadranno

in date sbagliate).

 

(Uno scrollarsi, insomma,

le parole di dosso.)

Sono morto anche

Sono morto anche

quel giorno – sì, sai, quello

in cui non capisti,

lasciandoti infilare dal pesce,

per sua natura fuggitivo.

Certi giorni

Certi giorni, la terra non arrivava mai.

Per l’esattezza, eravamo noi

(a meno di chiudere con la routine)

a incrociare la Desiata – ridotta, alla fine,

in una fondina di Sèvres

blu e verde-mela, come un avanzo.

Appunti per un soggetto

Un uomo, un giorno, prende una decisione.

Lui è uno che non ha mai deciso niente e, quel giorno, sente la solennità della cosa e ne fa il termine post quem della sua vita. Questo significa che parole, opere e omissioni saranno, da allora, solo in vista della suddetta.

Che è la seguente: morire entro l’anno.

È Natale, al principio della storia.

Tanto

Tanto, quello

che scriverà cadrà

in braccio al giorno

che seguirà –

forse, se va bene, chissà.

Il giorno 10 di settembre

Il giorno 10 di settembre, il mese

esibisce il suo sembiante

più comune e spacciato,

typically

settembrino (strutturali sono

il grigio, il vento e l’acqua).

(Come se ci fossero ancora

misteri da chiarire, debiti

da saldare, faide

cui metter fine, continuità – fa male

dirlo – da risolvere.)