Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: funzione

Il Signor Ministro dell’Interno in carica (a oggi, 4 dicembre 2018)…

…non sa che un organo di governo, anche democratico, tipo appunto il Ministro di una Repubblica, è deontologicamente diffidato dallo spifferare subito tutto quello che viene a sapere nell’esercizio delle sue funzioni.

Annunci

Arte del commento (in un punto, una clausola e una postilla)

Il commento danza col testo (la funzione “mi piace” è solo un’emergenza fàtica).

D’altronde, il testo è anche luogo di convegno…

C’è posta #32

Car* ***,

non è vero che il tempo ha fatto o farà giustizia, non è questa la sua funzione, ovvero la ragione della sua esistenza e della sua utilità. Il tempo, in verità, è per fare strage: è chiaro, è evidente, è distinto… – Spero solo che adesso tu non voglia identificare le due cose, è un’opzione disperata e ti costerebbe il ruolo penoso del nichilista riluttante.

Basterebbe cominciare

Basterebbe cominciare, se non fosse

che la cosa è impossibile, per il semplice

motivo che niente

è continuato

o finito mai – sono funzioni,

queste, di circostanza, in fondo, valide

il tempo (anche lungo e lunghissimo,

why not?) di contrattare

un finanziamento, di verbalizzare

un sogno, di firmare un armistizio

o un trattato, di approvare

una costituzione.

C’è bisogno di verificare

il livello di comprensione?

È proprio necessaria, insomma, la certezza

che il proietto finisca dove si vuole?

Mini romanzo. L’impossibile #181

L’unica cosa che mi convince è l’impossibile, a farsi, a dirsi. Le cose che hanno invece una soluzione, contorni, forme, colori, funzioni, mi convincono per un momento – ecco, io vorrei finire lì.

Senzaverso

Prendere un impegno come sposarsi o accendere un mutuo o anche solo frequentare un corso di pittura significa certo “proiettarsi nel futuro”, ma questa è un’espressione già troppo ideologica, io propongo come più “descrittiva” la coppia di funzioni: ” traboccare e tradire”.

Messaggio pubblicitario

Qualcosa stona nel rapporto?

La funzione è mal rapportata!

Si può pensare a diaframmi traslucidi,

anche in sequenza, finalmente!

Graduando il pedaggio!

Entusiasmo

Capisco che la funzione, qualche

volta, entusiasmi. Per esempio:

se la mano che afferra il badile

per scavare una fossa non si mette

a darlo in testa a un estraneo

e produce, con le buone o con le cattive.

La funzione del poeta

La funzione del poeta

(chiunque scriva poesie

avverte almeno un po’

dell’estrema emozione

pratica) è rispettare

l’etimologia, cioè

abitare il mondo

inaugurandolo ogni volta.

Chissà perché

Chissà perché, mi piace

(pardon) pensare

al mondo che dura in termini

sia di funzione

che di disfunzione.

 

La faccenda è una specie

di monito, ovvero

di allarme – in breve,

aiuterebbe a rientrare

nei propri panni.