Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: Cuore

La ragionevolezza, evidentemente

La ragionevolezza, evidentemente,

qualche volta non basta

o non funziona

(buttare l’occhio sul passato

è come incatenarsi a un picco

e offrire di buon cuore

il fegato a un’aquila).

Annunci

Che gran mezzo il linguaggio!

Che gran mezzo il linguaggio!

Con quattro parole che sembrano

non costare niente, si possono

sfondare cuori, invadere menti,

inibire soggetti, convocare

consumatori, spacciare notizie,

tradire o tradurre sentimenti –

Da un treno

Viste da un treno, di notte,

le finestre illuminate delle case

stringono il cuore al passeggero,

patente la disparità

fra sè, gettato

nel buio, e quei punti di luce

bene assicurati, invece,

a un privato dominio.

Rap del setaccio

Ok, basta filtri (oh, beata illusione!), basta

esitazioni, basta alternative, di corsa

contro il muro, come viene viene, la prima

parola, da “infatti” a “glifo” a “in”

a “ops”, col che mi tocca (rapido planning) 1) di

vincere la tentazione del dubbio a ogni passo, 2) di

mettermi il cuore in pace a proposito

di qualsivoglia puntello o portafortuna,

di qualsivoglia essere in generale, materiale

e ideale, bando al limite, im-

ponendomi (attenzione, digressione?) di essere

solo quel che sono – il “setaccio

presente” che sono, aggiungerei –

Governo e italiani

Il governo crede che gli italiani siano cattivi e perciò si mostra senza cuore.

Poi

Poi, ci si immagina che succeda

qualcosa, dopo, cioè, l’insistenza

rabbiosa, la sicumera

(a posteriori) ridicola,

l’inerzia suicida.

 

E forse si avrà anche ragione,

da qualche lontano punto di vista

nello spazio e nel cuore.

Parlare

Si parla a destinatari diversi (il vento, il prossimo, sè stessi, l’amico, la testa, il cuore), in modi diversi (pianamente, sussurrando, senza tregua, declamando, sillogizzando), coi tempi giusti o sbagliati.

Utilità

Ho due mani ancora utili, per fortuna,

e due occhi

e due gambe

e due orecchie

e due polmoni.

 

Ho ano e vescica

ancora utili,

per fortuna –

e, per fortuna,

un cuore.

Ho la mente devastata da questi vaniloqui

Ho la mente devastata da questi vaniloqui

illuminati. Nuova linfa all’inversione, vecchi esauriti –

poco udito, forse, anche, oppure è il cuore che batte

piano e, se si fa sentire, è solo a tradimento.

Mani grandi

Mani grandi

hanno rabbuiato

e ingabbiato e inibito

il soggetto. Chi sia curioso

di sapere come finisce

si metta pure il cuore in pace.