Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: cosa

Tornare

Nell’immaginario occidentale, c’è, mi sembra, una vera ossessione per il tornare: che sia alla patria o a sè, è un filo che corre almeno da Omero a Freud – e la cosa s’impiccia naturalmente di divenire e volontà di potenza.

Annunci

Si sogna tuttavia

Si sogna tuttavia, nessuno

può impedircelo – a proposito, perché

non si è mai indagata troppo questa cosa

proprio in quanto escapologia?

Ardere e poi vedere

Ardere e poi vedere

cosa resta dopo il falò –

 

cenere ma, si spera,

anche ermetici anacoluti.

Once again

So che l’ho già scritta questa cosa che càpita

di prendere una strada che non va da nessuna parte…

Ogni volta forse che ne faccio esperienza mi viene

anche la voglia di ritornare sulla formula –

inquieto, credo, per i puntini.

C’è una cosa

A Marta

 

C’è una cosa

che invidio ai gatti: te.

Cose oppure parole

Non so se fossero

cose oppure parole, la vista

era viziata

da un velatino seppiato,

nelle capre

brucanti serene

sul pendio, un composto

tentativo di ammuina.

Dall’alto di una seduta regale

Dall’alto di una seduta regale,

con tutte le insegne al loro posto,

il carnefice usa un tono

che più dolce non si può:

Tesoro, ammettilo, le cose cambiano

 

dice. La vittima respira male

e tuttavia non mostra

tracce epidermiche di tortura,

lo strazio è interiore, unico

indizio, la prossemica.

Per svincoli usuali e micidiali

Transito per svincoli

usuali e micidiali.

 

Un armistizio non dichiarato, uno stato

di fatto, forse, passato

inosservato quanto basta

per diventare

questo bubbone ignominioso

non più occultabile.

La sua funzione è la sorpresa

che procura ai giusti.

 

Breve ricognizione, dopo qualche

giorno di riposo (forse) – tutto

come prima, come qualche

minuto o ora fa, le cose

serie rinviate

(finché alla fine, pun-

tualmente, cadranno

in date sbagliate).

 

(Uno scrollarsi, insomma,

le parole di dosso.)

Non sono poche le cose

Non sono poche le cose,

la norma è che ce n’è

più del dovuto (ma su questo,

il dovuto, grava un omissis).

Le cince sproloquiano

verso sera, alludono.