Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: caso

Se non hai niente da dire

Se non hai niente da dire,

i casi sono due, o 1)

non ne hai bisogno o voglia

(succede, è la perfezione), oppure 2)

il mondo è intraducibile.

Beh, il 2) può essere esiziale.

 

[Estratto] #2

È contraddittorio che il Papa, come d’altronde

Gesù, metta in guardia i fedeli dal dare scandalo, quando

lo scandalo storico è proprio il caso

del Cristo Novellatore.

C’è posta #10

Car* ***,

non volevo, credimi, scrivere a te ma, genericamente, scrivere una lettera… non so perché ti ho scelto come destinatari* ma credo sia stato per caso, il che, se ci pensi, è un autorevole tributo.

La performance

Si chiama anche “performance”,

usa così. C’è poi il caso in cui un prodotto

(fermo, solido, duro)

la riassume radicalmente, e il caso

in cui è intrisa d’istante

(fluido, fresco, vano).

Uno spettro si aggira per le bave

Uno spettro si aggira per le bave,

lo spettro dell’incertezza.

 

(È dolorosa la memoria della Verità

e della consuetudine a essa,

 

la minima reminescenza

è ormai un caso imbarazzante

 

o malamente fàtico.)

Altre domande

Come stupirmi di questa freddezza?

È proprio il caso che faccia l’ingenuo?

Qualche memoria delle lunule

sotto i piedi? E della polvere

di stelle su capelli, spalle e polsini? Tutto

molto bello ma morto – o davvero

partire per Chissadove, con la stessa

arrogante fiducia delle gite fuori porta?

Come un ristagno. Prolusione

Come un ristagno – se ci fosse

una pendenza, non si starebbe

qua a parlarne, sarebbe

anche potuto non essere stato.

Forse è addirittura un normale caso

multidisciplinare. Ricorre,

è vero, l’argomento delle radici

ma è lampante la sua natura

convenzionale, si pensi

a una curva del canto

che nasconda la cadenza.

Diminuendo. 4

(Attenzione: poesia in 4 puntate. Ultima puntata.)

 

o una mosca; un elemento, in ogni

caso, inconciliabile con la bronzea

partitura – senza “per” e senza

“tra”.

Se pensi che sia successo qualcosa

Se pensi che sia successo qualcosa,

ma non una volta sola, se lo pensi –

ecco il guaio – tutte

le volte, ogni

volta, no-

iosamente –

 

Si danno, al dunque, orientamenti

metaforici; fra i deluxe:

il richiamo, l’epifania, la sveglia,

la sconfitta, la disattenzione;

fra i cheap: il tramonto, il gabbiano,

la rosa, la strada, la mela.

Hai notato

Hai notato, in queste prime mattine di gelo,

la scorza di acuminati micro-cristalli

lungo i risvolti delle foglie morte?

 

Viene di pensare a una mossa difensiva –

nel caso più drammatico, a un estremo

tentativo di sovvertire i rapporti di forza.