Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Tag: animale

La vulnerabilità è infida

La vulnerabilità è infida,

potrebbe anche essere amore.

 

Girano nei paraggi animali feroci

che puoi contattare in orario d’ufficio,

 

vedi sul sito o chiama. Ma chi non desi-

dererebbe avere alle spalle, all’inseguimento,

 

il Settimo Cavalleggeri, giusto

per metterlo nel curriculum?

 

Un residuo di supponenza

mi annerisce la voce, io stesso non capisco.

 

Annunci

Mi ricordo che domani cadranno

Mi ricordo che domani cadranno

le foglie e che

tutti  ridurranno le prestazioni.

Ha stretto

Ha stretto, bisognava

decidere in fretta, liberare

gli animali, promuovere

la riconquista – in tempo,

cioè, di siccità, quando

è tutto più difficile, quando

la pace è altro da un’orchestra.

Il sogno

C’è chi parte dal dato di fatto

e chi, invece, da un paradigma.

 

Un innocuo bivio:

o di qua o di là.

 

Si sarebbe potuto camminare per tutta

la notte, incespicando.

 

Il ricordo o il presentimento

di animali notturni a frotte assorda.

Spoglie verbali rinsecchite

Spoglie verbali rinsecchite,

per la perdita di umori, con mummi-

ficazione di sequenze

e segmenti di sequenze.

 

Due immediate conseguenze:

ridotta elasticità coreutica

e taglio netto del moto empatico.

Più marionetta, meno animale.

Chi elencava a alta voce

Chi elencava a alta voce

gli animali estivi e chi

quelli invernali.

 

Notti precoci, albe tarde,

non più di un interstizio

in cui insinuarsi.

Mini romanzo. Forever instant #97

I problemi del cacamento ingente e del cacatoio relativo, prima dell’ingegneristica capitalistica, si risolvevano, per esempio, con l’agrumeto; dopo l’ingegneria capitalistica, il meglio è ancora il web – cacatoio ma, come dire?, olfattivamente poco performante?… Non ho conoscenza di futuri in cui l’olfatto diventi inutile, ma è evidente che ne pagherebbe le conseguenze l’animale… Ora, però, sarebbe difficile misurare e dunque ordinare (1*, 2*, 3*) la vertigine di ciascuno – altra e più tremenda è la pretesa… –

Detto fuori dai denti: $*#—.