Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Categoria: Poesia

4 idee poetiche che mi hanno commosso

La Signorina, anche senza

aver mai letto integralmente il poemetto.

 

Gli occhi degli annegati

che diventano perle.

 

Il bello al bar, da solo, che si difende,

in qualche modo, dalla propria bellezza.

 

La rosa che immersa nell’ossigeno

liquido si fa vetro.

Annunci

Il buio illumina

Il buio illumina

la vita, da finestre

a tratti cieche.

Dal punto di vista della vita

Dal punto di vista della vita, dimenticare

è importante – meglio, essenziale.

Sicché, tocca di chiedersi che cosa costi

veramente (cioè, distribuito sul PIL)

vivere.

Non mi convincono mai

Non mi convincono mai

completamente. Sì, le parole.

Sì, dico e scrivo: “parole”.

 

Cosa sarebbero infatti, senza

il mondo che le oltrepassa

e, di gusto, le smentisce?

IMG_20190818_212015

Mini romanzo. Comunicare #188

Glielo dico chiaramente:

“Che fai, ti stai a sprecare?”

Io sono sicuro che capisce ma non posso escludere che non voglia darmelo a vedere.

Killing me softly

Anche così si può interpretare

il miracolo assurdo del divenire,

come una soffice morte,

in cui perdere per strada

un frammento dopo l’altro,

minimo minimo, che quasi

sembra non contare.

Mini romanzo. Una risposta soddisfacente #187

Non sapevo cos’era successo prima, senz’altro ero nato, ma questo, si capisce, non spiegava ancora il motivo per cui mi trovavo a camminare su una strada bianca deserta in mezzo a una distesa a perdita d’occhio di maggese alto. So solo che a un tratto me lo sono chiesto e, l’attimo dopo, sapevo che non avevo, né che mai l’avrei avuta, una risposta soddisfacente.

Chi non ci terrebbe

Chi non ci terrebbe che il momento

del passaggio fosse solenne, che alcunché

di grande festeggiasse l’occorrenza

personale – una cosa, in sè, da niente? Chi

non vorrebbe, per esempio, innamorarsi

a Parigi un’ottantina d’anni fa, all’ombra

delle svastiche sul Louvre, o, appena

tre anni dopo, nelle Langhe,

soffrendo il freddo e la fame ma sparando?

Cartolina

Voci di passanti sul lungofiume.

L’abbaiare di un cane.

La flebile eco fossile del traffico stradale.

Nessun verso d’uccello –

 

Quant’altro è mondo, come

riposto in un cassetto,

senza pensarci troppo –

anzi, più.