Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Categoria: Poesia

La datazione tende a uccidere

La datazione tende a uccidere. Se si mette Di Maio, per esempio, in una poesia, bisogna poi chiedersi:

“Che cosa può dire, Di Maio, a un lettore, fra dieci anni?” (Dieci anni, mi pare, per una poesia, sono pochini – O no?)

Annunci

Vien da pensare che Marx avesse proprio ragione

Vien da pensare che Marx avesse proprio ragione, perché la Storia continua a fare danni sempre più in forma di commedia. Per la precisione, è il politico che si propone sempre più in forma di barzellettiere, ovvero d’intrattenitore, ovvero di amicone-guascone. Come, cioè, se dovesse limitare un’ingombrante e funesta ma essenziale distanza dall’elettore.

L’importante non è

L’importante non è

che si capisca

ma come modifica

la direzione.

 

“Importante” vuol dire

una cosa sola:

“cazzi

ontologici”.

Quando il soggetto amato

Quando il soggetto amato

afferra il soggetto amante,

non deve stringere subito forte, anzi,

deve come appoggiarsi

rispettosamente, e aderire, tenere

e infine sapere, e solo allora

stringere – stringere

forte.

 

IMG_20191006_120244

Lara Favaretto.

IMG_20191006_121315

In questo momento non ho voglia di risalire al nome dell’autore dell’opera ritratta, esposta nel Padiglione Italia, ai Giardini della Biennale d’arte di Venezia 2019, riferisco solo questa cosa: ciò che il “fruitore” vede è l’interno, la parte concava, di una maschera di gesso, una di sei, allineate alla stessa altezza sul muro bianco di una sala di medie dimensione.

La morte, in fondo

La morte, in fondo,

sarebbe l’unico

vero inconveniente

della vita, no?

 

Uno, cioè – tanto

per chiarire -, sarebbe

disposto, pena

l’esenzione, a soffrire

 

in eterno la disfunzione?

Della morte

Si dovrebbe parlare molto più spesso della morte – fra l’altro, si tratterebbe, al di là della superstizione, di disporsi al gioco sempre bello dell’indovinello.

Morire

È strano un verbo come “morire”. Se infatti il verbo esprime la funzione, “morire”, evidentemente, esprime la sua cessazione, almeno secondo la tradizione egemone più che bimillenaria radicata nel pensiero greco.

Il mio amore è pesante e affonda

Il mio amore è pesante e affonda.

 

La mia schiena invece è impreparata

e non c’è caso che sia il contrario.