Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Categoria: Mini romanzo

Mini romanzo. Io per primo #174

Una guarnigione sottostimata, almeno sul lato sud del forte… Eppure lo sapevamo, dovevamo saperlo, il gallo di Charity aveva cantato alle 5.48 (fuso di Pegognaga), non alle 5.49, ma io per primo… sì, io per primo… avevo… fatto spallucce…

Annunci

Mini romanzo. Canone Kant #173

(Incipit.)

 

Divertentissimo il paper di tale Peter Tepèr, ricercatore all’Università di Berkempe, sull’epocale rinvenimento di una quarta e conclusiva critica kantiana, la Critica della congiunzione.

Mini romanzo. Il guru del Gallery # 172

Sentivo dialogare quei vecchi e covavo la voglia di intervenire. Poi lo feci (pardon). Fu così – è un anno oggi – che ebbi fama di guru del “Gallery”. Dal martedì al venerdì, estate e inverno, dopo le 18.30 (cioè dopo la mia prima media in santa pace), sto a disposizione.

Mini romanzo. Diario di un giovane vecchio. Volume 3 #171

Il mio tempo è oro – questo credo e questa credenza, se da un lato postilla la mia fresca consapevolezza, dall’altro, dimostra la mia pazzia. Sono pazzo anche se so di esserlo, perché non riesco a non fare ossessivamente i miei calcoli, a non riflettere con troppo anticipo sui piani B e C, a non morire di paura per le cose che mi cadono dal cielo.

Mini romanzo. Diario di un giovane vecchio. Volume 2 #170

Questa consapevolezza, il lettore l’ha capito, è di essere vecchio – cioè, se prima la vecchiezza era solo un’immaginazione, adesso è un tagliando.

Mini romanzo. Diario di un giovane vecchio #169

Questo diario ha la sua ragion d’essere in una recente e chiara consapevolezza, ispirata da una sequela di indizi: il fiato corto, l’anca dolente, l’odontoiatria disastrata e, ciliegina, l’accidia usuale (che adesso, però, per me, ha un nuovo e inaspettato significato).

Mini romanzo. Una strada #168

Basterebbe imboccare una strada – dopo, tutto verrebbe, se non per conseguenza, per una bruta ma fortunata limitazione delle combinazioni disponibili.

Mini romanzo. Spalle #166

Gliele volse e poi gli cadde addosso.

Mini romanzo. Qui mi conoscono #165

Qui mi conoscono come quello che ha vissuto tutta la vita (per l’esattezza, dai 7 ai 77 anni) con una gamba rotta.