Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Categoria: C’è posta

C’è posta #25

Carissim*,

non mi servono consigli – sai?, vorrei sbagliare. Scusa, perciò, se ignoro i tuoi ultimi. Il motivo, tutto sommato, è comprensibile: se, onestamente, è vero che non so che cosa è giusto e che cosa sbagliato, non pare anche a te che mi convenga, per avventura (per che altro?), il mare aperto-apertissimo dell’errore?

Annunci

C’è posta #24

Car*,

ho preso una decisione (tu sai quanto mi costi l’aggettivo che segue) fatale: me ne vado da casa mia, dalla casa, cioè, che per quasi tutta la mia vita è stata “mia” – ora! Pensa! A sessant’anni! Sinceramente, non ci vedi del ridicolo?

C’è posta #23

Car*,

mi sembra d’impazzire, di vivere in una realtà diversa da quella di tutti – metti la nascita del nuovo governo! Eppure, basta cercare (ci vogliono 10 secondi) la somma delle due compagini parlamentari – no, dai, è uno scherzo…

C’è posta #22

Car*,

Sembra che ci siamo – per il governo, intendo… In questi giorni di fremente attesa, annoiandomi, ho pensato anche che Soldatino, non per niente, sembra un soldatino, ovvero, addirittura, un ologramma della Conteggio Associati – e poi ho pensato che pure Torello, non per niente, sembra un torello, ovvero, addirittura, una pura veemenza peristaltico-prostatica.

C’è posta #21

Carissim*,

t’informo che c’è la possibilità (quella sola, per ora, ma ti basti) che nasca il nuovo governo. Ti dico, uno spettacolo con, da una parte, Soldatino, che non piega mai le braccia e tiene i palmi delle mani rivolti all’indietro, e dall’altra Torello, che per la festa si mette, come tutti, la cravatta e sfodera, malgrado la puzza che gli viene dalle mutande, un certo savoir faire.

C’è posta #20

Car*,

ho ritardato così tanto a risponderti che, la notte appena trascorsa (sono le 5.05), l’ho passata in bianco. Ma ecco, adesso che finalmente lo sto facendo, mannaggia, mi accorgo che queste parole sono in più, che ti ho già liquidat* col mio sbigottimento, credo.

C’è posta #19

Carissim*!

Ho delle cose da finire – per questo mi “agito”, come dici tu. Non so quanto tempo mi resta, e certo non lo sapevo neanche prima, ma, ne converrai, adesso è senz’altro meno.

C’è posta #18

Car*,

la mia interiorità è una fonte potente di freddo, sicché, una buona parte di pensieri, intuizioni e sogni non regge la prova e vaca presto assiderata.

C’è posta #17

[senza intestazione]

Eppure avevo altro da dirti, e con urgenza, là, sul ponte che unisce le nostre rive, quella notte sotto le comete. Non ce l’ho fatta, credo, per gentilezza… era terrore, invece, il mio, di non ricevere risposta. Tutto è finito col naufragio.

C’è posta #16

Car* ***,

ti scrivo nell’attesa di una nevicata eccezionale, ho già pronto il secchiello col ghiaccio e il Franciacorta, una cantina che non nomino per non fare pubblicità, un domani che questa mia fosse pubblicata, a un’impresa frattanto fallita. Guardo nel buio attraverso la finestra e non mi faccio impressionare dai primi fiocchi.