Rap del setaccio

di Pierluigi Rossi

Ok, basta filtri (oh, beata illusione!), basta

esitazioni, basta alternative, di corsa

contro il muro, come viene viene, la prima

parola, da “infatti” a “glifo” a “in”

a “ops”, col che mi tocca (rapido planning) 1) di

vincere la tentazione del dubbio a ogni passo, 2) di

mettermi il cuore in pace a proposito

di qualsivoglia puntello o portafortuna,

di qualsivoglia essere in generale, materiale

e ideale, bando al limite, im-

ponendomi (attenzione, digressione?) di essere

solo quel che sono – il “setaccio

presente” che sono, aggiungerei –

Annunci