Cosa dico

di Pierluigi Rossi

Se dico “sono ubriaco”, cosa dico?

Per prima cosa, letteralmente, che sono ubriaco.

Poi, implicitamente, che, nell’essere ubriaco, tuttavia, mi riconosco – ovvero, dico qualcosa (l’ubriachezza) a proposito di un soggetto (l’io) in cui mi identifico. In altre parole, dico, insieme, che sono al limite delle mie facoltà di intendere e di volere e che, seppure in questo stato, mi intendo e mi voglio.

###

E se dico “sono contento”, cosa dico?

In questo caso, il predicato è il participio passato di “contenere”: “contenuto”. Se sono contento, cioè, sto al mio posto. Anzi, se dico la verità, dico addirittura che sono perfetto, che non ho bisogno d’altro, neanche di continuare a vivere.

Annunci