Mio dio

di Pierluigi Rossi

Che non abbia a risentirne, mio dio,

l’amor proprio! Ma, se possibile, si trasli

l’asse del baricentro quel tanto per distinguerlo

dal manico di scopa su per il culo.

Annunci