Tu!

di Pierluigi Rossi

(Consiglio chi leggerà il pezzo di non offendersi, le sue parole non s’intendono rivolte a qualcuno ma ricalcano, semplicemente, i modi dell’invettiva, un genere come un altro.)

 

Tu!…

Sì, tu che leggi…

Che bestia sei!

Sta’ tranquillo, nessun complimento.

Eppure, per la mangiatoia, ti passa (quasi) di tutto, ormai, la chance c’è l’avresti.

Mettiti il cuore in pace, povero pirla, e credimi: sei un insulto… Come a che? Alla Lettura!

Annunci