Editor #4

di Pierluigi Rossi

L’individuo umano – tanto più quello del principio del Ventunesimo secolo – è un essere sociale, no?, cioè aggiunge il suo nome a un sistema di altri nomi. L’individuo del caso, di nome, fa Giovanni e, di cognome, Witten.
Ma la socialità dell’essere umano non si accontenta di offrire al Moloch del sistema solo un nome, perlopiù ci aggiunge, come predicati dirimenti: un contesto spazio-temporale e una funzione (lavoro, professione). L’individuo del caso, Giovanni Witten, è di nazionalità italiana, con un 50% di sangue austriaco, di lavoro fa il malgaro sui pascoli della Valtellina e scrive poesia, per l’esattezza, si ispira al Virgilio delle Georgiche e compone, in una lingua disperatamente aulica e tecnico-didascalica, il poema della Malga – proprio nell’intenzione di fissare (cantando, il modo migliore) un sapere.

Annunci