Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Avviso ai naviganti

Questo blog, naturalmente, usa dei cookie. Per saperne di più vedi la Privacy Policy di Automattic.

Che c’è

Che c’è, scendo,

tendo, credo,

al mio fondo –

no, non tenetemi!

su, lasciatemi andare!

è proprio lì

che devo passare.

 

Sono l’ultimo

a sapere in che modo

la cosa mi riguarda

e sono pronto

al mandato di cattura,

all’arresto, al processo,

alla carcerazione.

Sembra sempre

Sembra sempre, infatti,

Mezzogiorno di fuoco, con la sua

bella scena madre e tutto –

specialmente, va senza dire,

il sole a picco sulla poca

mano esperta.

Il prato

Il prato? Il prato, intanto,

è una savana, erba

alta due metri – nessuno

può assicurarmi di incontrare

il lupo buono.

Nessuno ha dimostrato

Nessuno ha dimostrato, a oggi,

che si debba essere “in forma” (?)

per fare quello che tocca

(dall’opera, cioè, al disastro).

La debolezza

La debolezza è un ariete come un altro – in psicologia, per esempio, ma anche in filosofia.

Perfy

Chiedo una gabbia. Il pubblico si eccita.

Chiedo di essere incaprettato come si deve

e di far defluire nell’arena carnivori a stecchetto.

Forse non riesco a farmi sentire ma tutti capiscono.

Come fai

IMG_20170715_202608

Gli altri

Non li capisco.

È utile, forse

È utile, forse, ma non necessario

(sorry) – non si vuole, cioè, in generale,

dare l’idea.

 

Uso Il codice di Perelà,

in questi giorni, per inclinare

opportunamente lo smartphone

 

sotto carica.

Così, finisce

Così, finisce

che t’incazzi col device –

solo se hai ancora

discernimento e savoir-faire,

col tuo operatore.