Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Avviso ai naviganti

Questo blog, naturalmente, usa dei cookie. Per saperne di più vedi la Privacy Policy di Automattic.

C’è un protocollo

C’è un protocollo, sorry –

sorry, dico, per chi

sognasse soluzioni.

Pagare

Ogni tanto mi ricordo che pago –

per funzionare, essenzialmente.

Ma qualsiasi affermazione, qualsiasi

postura, qualsiasi indugio.

Pago tutto ma non subito.

Conti

I conti si fanno sempre troppo presto, è il loro destino.

L’industria della scemenza. Una postilla

Non ha senso, infatti, pensare a Robinson che produce scemenze (il simulacro che ha fabbricato e con cui parla, per esempio, non lo è).

L’industria della scemenza in una tesi

La scemenza si può anche concepire in privato, artigianalmente, con quel che c’è, ma la sua produzione è ipso facto industriale, cioè sociale e multidisciplinare.

La lettura

Posso scegliere di favorire la lettura, facendo

dell’espressione una comoda discesa,

oppure di s-

 

favorirla, offrendole una s-

comoda salita, a strappi, a gradini

e gradoni, addirittura.

 

La questione è: perché

la seconda, sadica

e masochistica insieme? –

 

Perché?! Perché lo sguardo è naufragato

nel linguaggio, ecco perché! Perché

non c’è miglior paesaggio!

Il tema

Il tema, d’altronde, è sceverato

da una bibliografia fuori scala, vengono

in mente la catena montuosa

e/o il mare. È che tutto si tiene?

Oppure che il progetto è fallire? –

Nel caso, però, di un’insana acribia

o niente.

 

Un filtro algoritmico valuterà,

via via, le proposte

di sovrapposizione parziale

le richieste della “totale”

non sono previste.

 

…Ma si può sempre

incontrare un amico (mi son fatto

vicino…), agrimensore, magari,

e drippare insieme l’occhio

sul rammendo, la graffetta,

lo scotch, lo sputo.

La solarizzazione

La solarizzazione è il problema,

ma metto nel conto d’esser preso per pazzo…

 

– Perché, per esempio, cantai

Piccolo uomo, di Mia Martini, quando usci*, sottovoce,

 

un milione di volte,

dopo (attenzione: solo dopo) aver letto Nietzsche?

 

*Primi anni Settanta del Ventesimo.

Sinc

IMG_20160626_151106

Ho uno spazio di manovra

Ho uno spazio di manovra

che posso anche suddividere

ma da cui non posso evadere, a meno,

è chiaro, di non manovrare

 

o di immaginarmi di non manovrare –

che è chiaro uguale.