Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Avviso ai naviganti

Questo blog, naturalmente, usa dei cookie. Per saperne di più vedi la Privacy Policy di Automattic.

Perché mai

Perché mai

viene così facile di pensare

che l’amore sia senz’altro (anche…?) piacere?

 

Una risposta

è pretendere che l’amore unisca

ciò che è diviso – una risposta invero

 

contraddittoria,

se ciò che si pretende

è, insieme al piacere, la pace.

Irruzione

Se la storia dei sistemi è fatta soprattutto di successi (oltre che di catastrofi), per una parte significativa è fatta anche di errori veniali, e un errore del genere fu indubbiamente quello di quella sera, quando dieci carabinieri, armi in pugno, sfondarono la porta di casa mia e mi piombarono in sala mentre stavo inumidendo con la punta della lingua il bordo della cartina. Credetti opportuno non parlare, indicai semplicemente il pc acceso, rivolgendomi all’ufficiale che avanzava a lenti passi. Non decifrai il suo gesto immediato (se non dopo che gli altri nove, all’unisono, fecero la mossa di aggiustare la mira), vidi che si accostava al monitor e appoggiava le dita sulla tastiera. Andò su e giù per il file, quindi si staccò dal pc, sembrò riflettere per qualche secondo e poi venne verso di me, fino a incombere su di me (che stavo sempre seduto in poltrona, con la sigaretta ancora aperta in mano).

Riconoscibilità

È consolante sapere che puoi produrre cose riconoscibili.

 

Allan Gurganus, Piccoli eroi, Playground, traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini, 2011, p.164.

Allan Gurganus

Allan Gurganus, Piccoli eroi, Playground, traduzione di Maria Baiocchi e Anna Tagliavini, 2011.

Tre racconti, in ordine: Beata rassicurazione (Blessed Reassurance, 1990), Uno di quelli (He’s one, too, 2001) e Eroismo minore (Minor Heroism, 1990).
Tre vite di esemplari maschi del North Carolina nel Ventesimo Secolo. Vite che si assestano soddisfacentemente (anche in Uno di quelli, che pure narra lo scandalo che colpisce inaspettatamente Dan R. e lo cancella dalla vita sociale; chi racconta, però, è un gay che si difende bene) – un assestamento, però, al prezzo di un piccolo peccato mortale: nel primo racconto, Jerry che denuncia la vecchia Vesta Lotte Battle; nel secondo, John Jay bambino arrapato che tocca il pacco di Dan, sposato con figli; nel terzo, Richard, stimato padre di famiglia che in gioventù ha partecipato, come pilota d’aereo, al bombardamento di Dresda.

Consiglio

Usa le forme che conosci:

ricetta, bolletta, scontrino,

email, tweet, 740,

articolo di giornale,

programmi TV,

pagina di Google –

si chiama “contaminazione”.

Dante Alighieri

Ahi come facean lor levar le berze

a le prime percosse! già nessuno

le seconde aspettava né le terze.

 

 
Dante Alighieri, Divina commedia, Inferno, canto XVIII, vv. 37-39.

Poco

Basta poco, si dice fra abbienti.

Un errore fondamentale

Faccio probabilmente

un errore fondamentale,

tanto per tenermi

in esercizio, credo.

La dico schietta: scambio

il fine, lo posticipo

leggermente. Ma adesso

che me ne sono accorto,

dio non voglia,

succederà ancora?

Può succedere qualunque cosa

Può succedere qualunque cosa, basta

quella certa quantità di disattenzione pregressa.

Non importa se il manuale di storia fatica

a inquadrare il fattaccio, al punto di fare,

in casi estremi, finta

di niente, come l’ultimo dei clandestini.

 

No, non ho finito.

Sì, c’è dell’altro.

Pizia o piccolo chimico?

Alla fine dei conti, la “scrittura di ricerca”, ovvero “non assertiva”, rivendica una cosa molto semplice: smettere i panni della pizia per vestire quelli del piccolo chimico. Io ci leggo una clamorosa ritirata. Ma come è possibile, domando, escludere che la parola qualsivoglia non legga il futuro?