Pierluigi Rossi

Il peso? Dipende

Avviso ai naviganti

Questo blog, naturalmente, usa dei cookie. Per saperne di più vedi la Privacy Policy di Automattic.

Annunci

Diario apocrifo di Asino Nero #2

Come comincio? – Questo è il primo dei miei problemi come poeta ma anche come asino. Conosco però l’obiezione: dovrei tenere per fermo che ho già cominciato, sicché, ora, si tratterebbe, appunto, di recuperare quel cominciamento – e questo l’ha fatto Proust, eminentemente, potrei prenderlo a esempio.

Dentro la domenica di Pasqua

Dentro la domenica di Pasqua

ci sta tutto quello che ci deve

stare (sarà un caso? sarà

come sempre?): il sole, il sangue,

il canto degli uccelli, il bouquet di petrolio,

le venature del presente stretto,

la pletora dei soggetti

che ci credono senza paura

e adeguano a questa loro debolezza

lo stile di vita, e poi

la terra grassa, la terra magra,

la polvere posata, la polvere in sospensione,

la fatale lacuna (già, essa pure) –

 

Devo continuare?

E, se si, quanto?

Mettiamo un limite comodo,

se non proprio ampio?

Facciamo la metà

della vita umana media

di oggi, che è circa 85?

…Troppo, eh? (La cartografia

1 : 1, infatti, è un insopportabile

ma testardo imbarazzo

teoretico.)

MAXXI

IMG_20190404_131844

Ero distratto

Ero distratto, non avevo

il polso della situazione, quando

tutto, una volta di più, precipitò.

 

Non so nemmeno se fosse giorno o notte,

la questione dell’ora, infatti, aveva perso

di senso, in quel lago di sangue

 

che mi battezzò.

È un miraggio

È bello, credi,

proprio quando i conti

non tornano

e non c’è da stare

né allegri né quieti

e il sonno, soprattutto,

è un miraggio.

IMG_20190414_141402

Il prato

Di sicuro, disse più volte, non siamo

qua per divertirci. Usava

le parole come un rastrello

su una coltre di foglie morte:

fatto il lavoro, da una parte

c’era un prato, dall’altra un tumulo.

Predicati

Se Giotto, per esempio, è cubista,

allora, Botticelli

è liberty; e, se Leonardo

è pop, Raffaello,

ca va sans dire, è classico; e,

se sono, come sono, espressionisti

Buonarroti e El Greco,

impressionisti sono

Tiziano, Rubens, Rembrandt, Velasquez, Hals.

 

Dopodiché, si capisce, se Moreau

è botticellesco e Warhol

leonardesco e Picasso

raffaellesco e Bacon

michelangiolesco, per forza,

Cézanne, Monet, Van Gogh, Gauguin, ancora

e sempre e solo, sono

post-.

Ricchi e poveri si distribuiscono

Ricchi e poveri si distribuiscono

in tutti i segmenti sociali, perfino

fra i capitalisti e i proletari. Il vento

ha pettinato la lavanda stenta.

Stringendo, ora c’è un campo

di battaglia prima della battaglia,

puzzolente di tracce senza filiera.

Finché sembrò

Finché sembrò

che la poesia d’occasione

fosse un genere – ma ora?, che tutto

è occasione?!… Nooo, non dirmi! Sarà

davveroipso facto, anche tutto…

poesia?!